STAFF

Gaia Nanni – la Testimonial

1/3 fiorentina 1/3 toscana 1/3 sanfredianina, anno 1981. Recito da sempre. Attrice di teatro, adoro oltre alla polvere del palcoscenico, osservare le persone. Curiosa come non mai, attacco bottone con chiunque. Nel cassetto custodisco, oltre ad un panino col lampredotto, una vecchia laurea in giornalismo e una manciata di sogni da avverare. Segni particolari: Sempre allegra (parecchio, pure troppo) e (parecchio, pure troppo) combattiva.

Francesca Merz – La PromotorA

Torinese di nascita, con un mischiume di sangue trentino e calabrese, arrivata a Firenze, secondo i dati della biografia ufficiale, per studiare storia dell’arte, in realtà solo per poter fare l’abbonamento in curva Fiesole, mi occupo di progetti culturali, quelle robe nannimorettiane alla “faccio cose vedo gente”; però incredibilmente riesco a pagare le bollette e pure il mutuo. Firenze mi ha rimesso al mondo, ed è ciò che di più profondo e sincero abbino alla parola “casa”, ho imparato a conoscerne ogni angolo, ed è, ogni giorno, la scoperta più bella e la scelta più azzeccata della mia vita.

 Carolina Pezzini – La CapAredattrice

Ambisce da sempre al nomadismo ma sembra attaccata a Firenze come le cozze allo scoglio con dentro quindi un po’ di salsedine. Sopravvissuta letteralmente ad una magistrale in filosofia teoretica all’ Universita’ di Firenze, decide in seguito di curarsi con il teatro, praticandolo, guardandolo, organizzandolo ma soprattutto amandolo. Firenze un po’ la ama e un po’ la odia e questo fa di lei una Fiorentina doc. La sua nonna Annamaria, essere mitologico della sua infanzia, era una raccontastorie di categoria nonche’ bisnipote dell’architetto Poggi, si proprio lui, Enrico, quello dei viali di circonvallazione di Firenze, diobono.Socievolissima al limite del patologico tanto da conquistarsi in tenere eta’ l’appellativo di “carta moschicida”, ama visceralmente viaggiare ma gode sopra ogni cosa a parlare con la gente che sa raccontare e raccontarsi, per questo fa il teatro del resto, per sentire belle storie provando a capire sempre un po’ meglio se e gli altri.

Francesca Leoni – L’artigiana Dell’arte.

Sono nata davanti alla Curva Fiesole, da un babbo sanfredianino e da una mamma di Santa Croce: il mio destino era già segnato, tifosa e con la giusta dose di spocchia che contraddistingue noi fiorentini.  Sono quella dai due lavori: di giorno vi accolgo nel fantastico mondo delle Gallerie degli Uffizi, come dipendente del Mibact, la sera mi trasformo in scultrice, falegname, pittrice, costumista e qualsiasi altra magia serva alla macchina teatrale. A chi mi chiede perché non sono andata a cercar fortuna altrove dico: ma l’avete mai vista questa città?  come un amore passionale che ti fa stare sulle montagne russe, io non la lascerò mai.

Lara Fantoni

Nata a Firenze da genitori inurbati dal contado (Mugello) e dalla montagna (Casentino), appassionata delle lingue del mondo e di come funziona il linguaggio umano, coltivatrice della memoria (talvolta smemorata). Turismo, cooperazione internazionale, traduzione letteraria, insegnamento: tutte cose che ho praticato e continuo a praticare, qualcuna a fasi alterne, per lavoro e per passione. Amo camminare, scrivere, bere e mangiare, non necessariamente in quest’ordine.

Tommaso Tancredi – Il VideoMaker

Fotografo da subito, per tradizione familiare. Voyeur nell’anima e di anime. Votato da subito alla ripresa video, di cui mi ritengo testimone di un’epoca dell’oro. Appassionato di afrori, sonorità, e costumi del sud del mondo. Un cuore di Borgo Allegri in un corpo di Bressanone, con la testa di Kampala e l’anima di Sciacca. Uso video e fotografia come collante per tenere insieme i pezzi di una vita poliforme e dissoluta. Offritemi lampredotto e vino rosso e saremo amici per sempre.

Lorenzo Mossani 

Sono nato in S.Spirito e questo per me è da sempre il mio più grande vanto. 35 anni vissuti insieme a un quartiere che mi ha plasmato fin da piccolo. Sono cresciuto con bambini figli di scienziati del Cern e con altri nati da famiglie che non riuscivano ad arrivare a fine mese.Un cocktail esplosivo per chiunque e lo è stato anche per me. Essere un sognatore cinico non è un ossimoro ma un contagio avuto ai neuroni specchio. Dimenticavo sono nato da famiglie contadine, quindi ho sempre mangiato bene e tanto: forse è per questo che il mio futuro si chiama “nowzaradan”. Tifoso viola, giornalista sportivo di scarso successo e notorietà, sto tornando a Scuola di calcio per capire se Montella era così scarso come ho sempre pensato. Padre felice di gemelli eterozigoti.

Sara Chiarello & Francesca Puliti

PS Comunicazione propone soluzioni e crea strategie per comunicare. Dal 2008 affianca come ufficio stampa e offre consulenze a festival e produzioni cinematografiche, enti ed eventi culturali. Lavoriamo per migliorare la visibilità dei nostri clienti, l’impatto sui media e la presenza sui social. Raccontiamo ogni progetto sviluppandone l’identità e i punti di forza, sempre attenti a coglierne l’unicità e trasmetterla nel modo più efficace. Siamo un team di professionisti con specializzazioni e background differenti, uniti dalla passione per la cultura, le idee e la comunicazione.

Invia il tuo ricordo

Compila il form accanto per inviarci il tuo ricordo

Vuoi inviare un video? 

CONSENSO DATI PERSONALI

I nostri social